Comunicati

Venerdì 17 Marzo 2023

Chambre a Associazioni di categoria hanno incontrato la Giunta regionale

La Chambre Valdôtaine informa che nella mattinata di giovedì 16 marzo, si è svolto a Palazzo regionale un incontro tra la Giunta regionale ed i vertici della Chambre Valdôtaine e delle Associazioni di Categoria ADAVA, CNA, Coldiretti, Confartigianato, Confcommercio, Confindustria e Fédération des Coopératives.

Obiettivo della riunione era quello di compiere  una prima analisi dei principali dossier che riguardano il comparto imprenditoriale valdostano anche in prospettiva di quelle che saranno le maggiori criticità da affrontare nei prossimi mesi, con le inevitabili conseguenze che esse potranno generare sull’economia regionale.

Tra le tematiche al centro dell’incontro la semplificazione amministrativa, anche attraverso la riorganizzazione dei servizi della Pubblica Amministrazione rivolti alle imprese, la competitività del comparto imprenditoriale, l’internazionalizzazione, i cambiamenti climatici, l’adeguamento delle normative in materia di commercio, la gestione dei fondi PNRR, la formazione del personale e gli investimenti per l’adeguamento energetico dei siti produttivi. La riunione ha anche rappresentato un importante occasione di confronto sulla annunciata chiusura per interventi di manutenzione del Tunnel del Monte Bianco a partire dall’autunno.

“Si è trattato di un primo incontro introduttivo che ci è servito per fare un punto della situazione – hanno spiegato il Presidente della Regione ed in vertici di Chambre e Associazioni al termine della riunione – molte delle tematiche emerse nel corso del dibattito sono già all’attenzione del Governo regionale mentre su altre sarà necessario lavorare. Certamente l’intenzione è quella di proseguire periodicamente con questi incontri per cercare di mantenere alto l’impegno nei confronti dei problemi del settore imprenditoriale ed economico, monitorando costantemente l’evoluzione della situazione al fine di fornire risposte puntuali e rapide alle differenti esigenze che dovessero volta per volta presentarsi”.

Ultima modifica: Venerdì 17 Marzo 2023
Mercoledì 15 Marzo 2023

Campagna Bilanci 2023 - On line il manuale operativo per il deposito al Registro delle Imprese

La Chambre comunica che Unioncamere e il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti hanno elaborato e pubblicato il “Manuale operativo per il deposito dei bilanci al Registro delle Imprese anno 2023” che illustra le modalità attraverso le quali le società provvedono ad eseguire il deposito dei bilanci d’esercizio al Registro delle Imprese.

 

Il Manuale è scaricabile dal portale SARI e dal sito della Chambre al seguente link

https://www.ao.camcom.it/it/registro-imprese/deposito-bilanci-ed-elenco-soci

 

Si ricorda che, come per la campagna bilanci 2022, la domanda di deposito del bilancio potrà essere sottoscritta digitalmente:

da un amministratore o dal liquidatore;

dal professionista incaricato ai sensi dell’articolo 31, commi 2 quater e 2 quinquies     della legge 24 novembre 2000 n. 340;

dal notaio che sottoscrive utilizzando il certificato di firma di “funzione” (certificato di   ruolo).

Non è ammessa la presentazione mediante l’utilizzo del modello “procura speciale”.

Ultima modifica: Mercoledì 15 Marzo 2023
Giovedì 9 Marzo 2023

In distribuzione il questionario 2023 per fotografare lo stato del tessuto imprenditoriale valdostano

La Chambre Valdôtaine informa che è in corso di distribuzione alle imprese del territorio, via mail e pec oltre che sul sito www.ao.camcom.it, l’edizione 2023 del sondaggio, realizzato in collaborazione con le Associazioni di categoria, finalizzato ad ottenere una fotografia aggiornata del tessuto imprenditoriale valdostano.

Il questionario, articolato in 26 domande e per la cui compilazione è stato stimato un tempo medio di circa 10 minuti, prenderà in esame alcuni aspetti fondamentali al fine di ottenere dati utili a supportare l’Amministrazione regionale e la Chambre Valdôtaine nella programmazione e nell’attuazione di eventuali misure di sostegno ed iniziative dedicate.

Oltre ai dati anagrafici delle imprese (che, così come gli altri, saranno comunque trattati in forma anonima) e ai dati economici, il sondaggio prevede approfondimenti legati agli aumenti delle voci di costo aziendali, alla green economy, all’export e all’internazionalizzazione e alla partecipazione a fiere ed eventi, oltre ad un focus sulle infrastrutture regionali.

Dopo i lusinghieri risultati in termini di risposta registrati nelle prime due edizioni – spiega il Presidente della Chambre Roberto Sapia – anche per il 2023, grazie alla fondamentale collaborazione delle Associazioni di categoria, abbiamo voluto riproporre questo importante strumento. Proprio per renderlo ancora più efficace a supporto delle future iniziative da mettere in campo in collaborazione con l’Amministrazione regionale abbiamo voluto introdurre alcune sezioni tematiche che andranno ad arricchire il bagaglio di informazioni a nostra disposizione. Ancora una volta quindi ci appelliamo alla disponibilità delle nostre imprese affinché rispondano nel numero maggiore possibile al questionario proprio per renderlo sempre più preciso e rappresentativo dell’intero tessuto economico e permettere di orientare le future iniziative nella direzione più utile e pratica possibile”.

 

Guarda il servizio trasmesso al TGR Valle d'Aosta "La Chambre chiama affinché le imprese rispondano".

Ultima modifica: Venerdì 17 Marzo 2023
Mercoledì 1 Febbraio 2023

Nel 2022 aumentano le imprese ma con numeri ancora inferiori rispetto al periodo pre-pandemico

La Chambre Valdôtaine informa che lo stock di imprese registrate in Valle d’Aosta al 31 dicembre 2022 è di 12.290 unità, in aumento dello 0,3% rispetto al 2021 (+34 imprese). Il numero di imprese risulta in aumento anche rispetto al valore registrato nel 2020 (12.212 imprese) ma ancora inferiore rispetto al 2019 (12.318).

Prendendo in esame la dinamica di iscrizioni e cancellazioni, si riscontra come, rispetto al 2021, sia in crescita il numero di nuove imprese (627 contro 610), in aumento anche le cancellazioni non d’ufficio (577 contro 508), ed un saldo tra iscrizioni e cancellazioni  che si conferma positivo (+50).

Alla luce dei dati sopra riportati, il tasso di crescita si attesta su un valore di +0,41%, in calo rispetto al 2021 (+0,84%), e inferiore rispetto al dato nazionale (+0,79%), ma superiore rispetto ai valori registrati nel 2020 (-0,02%) e al 2019 (-0,09%).

Analizzando più nel dettaglio i settori economici, rispetto ai 12 mesi precedenti, emerge una crescita dello 0,8% del comparto agricolo (+11 imprese) ed una sostanziale tenuta di quello delle costruzioni. Calano invece le imprese del comparto commerciale (-1,4% e – 28 unità) così come quello turistico (-1,4% e -25 unità). In calo anche le imprese facenti capo al settore industriale (-0.9% e -8 unità).

Per quanto riguarda il comparto artigianale, il 2022 registra uno stock di 3.610 imprese, con un aumento dello 0,6% rispetto all’anno precedente (+21 imprese), così come anche rispetto al 2020 (+2,3%). A caratterizzare l’andamento del comparto è ancora una volta il settore edile che registra un +1% (+18 imprese) rispetto al 2021.

I dati riguardanti la natura giuridica delle imprese attestano, infine, un tasso di crescita positivo delle società di capitale (+2,3%) così come delle imprese individuali (+0,3%). Valori negativi invece per le ditte individuali il cui tasso di crescita si attesta a -0.95%.

Quelli del 2022 sono dati in chiaro-scuro – commenta il Presidente della Chambre Valdôtaine, Roberto Sapia – se da una parte, infatti, la crescita del numero delle imprese attesta una tenuta del comparto, dall’altra non abbiamo ancora recuperato i valori pre-pandemici. E’ un dato che preoccupa soprattutto alla luce dell’incertezza generata dall’aumentare dell’inflazione, dei costi delle energia e delle materie prime, così come della situazione internazionale. Molti di coloro che vorrebbero avviare un’attività in proprio tendono ad aspettare per capire l’evolversi della situazione. Un comparto imprenditoriale dinamico e attivo è una condizione essenziale per la crescita dell’economia e quindi serve porre in essere tutti gli interventi possibili, anche grazie alla nuova programmazione europea e dai fondi del PNRR, per garantire stabilità e crescita del sistema Valle d’Aosta ”.

Ultima modifica: Mercoledì 1 Febbraio 2023
Martedì 31 Gennaio 2023

Nuova rottamazione delle cartelle di ruolo e stralcio dei debiti fino a 1.000 euro - Legge di bilancio 2023 n. 197 del 29/12/2022

Si comunica che la Legge di Bilancio 2023 ha introdotto una nuova Definizione agevolata per i debiti contenuti nei carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022, anche se ricompresi in precedenti misure agevolative di cui si è determinata l’inefficacia.

La disposizione prevede la facoltà, per il contribuente, di estinguere i debiti iscritti a ruolo senza corrispondere le somme affidate all’Agente della riscossione a titolo di interessi e sanzioni, interessi di mora nonché il cd. aggio.

Sono da considerare dovute invece le somme a titolo di capitale e le spese per le procedure esecutive e i diritti di notifica.

Per aderire alla Definizione agevolata, entro il 30 aprile 2023, il contribuente deve presentare all'Agenzia delle Entrate - Riscossioni, una dichiarazione di adesione esclusivamente in via telematica.

Inoltre, si comunica con riferimento allo stralcio parziale dei ruoli, che con deliberazione n. 7 del 31 gennaio 2023 la Giunta camerale ha disposto di non applicare le disposizioni di cui al comma 227 dell'articolo 1 della Legge di bilancio 2023, n. 197 del 19 dicembre 2022, che prevedono l'annullamento automatico dei carichi affidati agli agenti della riscossione dal 01/01/2000 al 31/12/2015 limitatamente alle somme dovute a titolo di interessi e sanzioni. 

Ultima modifica: Martedì 31 Gennaio 2023
Sabato 28 Gennaio 2023

Da Chambre e Associazioni di categoria un appello ad un impegno comune per la riuscita della Fiera di Sant’Orso

La Chambre Valdotaine e le Associazioni di categoria del comparto imprenditoriale, preoccupate delle possibili conseguenze derivanti dall’annunciato stato di agitazione proclamato da parte dei Vigili del Fuoco valdostani in occasione del secondo giorno della Fiera di Sant’Orso, lanciano un appello affinché, grazie alla collaborazione di tutte le parti in causa, si possa trovare una soluzione al problema e l’iniziativa di protesta non abbia ripercussioni sul comparto imprenditoriale valdostano.

Pur consapevoli e vicini ai nostri Vigili del Fuoco per la complessa situazione che stanno vivendo da diverso tempo e per la quale auspichiamo si possa presto trovare una soluzione – spiegano i vertici della Chambre e delle Associazioni  – siamo molto preoccupati per le possibili conseguenze che lo stato di agitazione potrebbe avere per la Fiera di Sant’Orso, uno degli appuntamenti più importanti per il comparto imprenditoriale ed economico valdostano, sia in termini di ricadute economiche negative per le imprese, sia di immagine per tutta la Valle d’Aosta”.

Arriviamo da due anni che, prima con la pandemia e poi con le conseguenze del conflitto russo-ucraino, hanno messo a dura prova l’economia valdostana – proseguono – e quella del 2023 rappresenta l’edizione della rinascita. della Fiera. I Vigili del Fuoco ricoprono da sempre un ruolo di fondamentale importanza per il presidio del territorio e di supporto alla popolazione e alle imprese. Questa protesta rischierebbe di penalizzare in massima parte proprio quei cittadini, imprenditori e professionisti, che dalla Fiera di Sant’Orso potrebbero trarre una importantissima boccata di ossigeno per affrontare le sempre maggiori difficoltà derivanti dall’inflazione e dall’aumento generalizzato dei costi di energia e materie prime”.

Per questa ragione – concludono Chambre e Associazioni di categoria – pur esprimendo tutta la nostra condivisione nei confronti delle problematiche evidenziate e chiedendo al Governo nazionale e regionale il massimo impegno per poter trovare una soluzione alle stesse, ci appelliamo al riconosciuto senso civico e di responsabilità dei nostri Vigili del Fuoco perché la loro protesta non generi ripercussioni su quelle attività economiche ed imprenditoriali che rischierebbero di esserne le vittime innocenti”.

Ultima modifica: Sabato 28 Gennaio 2023
Giovedì 5 Gennaio 2023

Dismissione del modulo procura speciale Comunica

Si ricorda, come già anticipato con comunicazione del 7 marzo 2022, la prossima dismissione della cd. “procura speciale Comunica” per le seguenti domande e denunce inviate al Registro delle imprese:

  • Pratiche REA società 01/02/2023
  • Pratiche imprese individuali* 01/02/2023
  • Rinnovo cariche societarie 01/02/2023

Dal punto di vista normativo, la dismissione della procura cartacea consentirà di dare piena attuazione all’articolo 31 della Legge 340/2000, norma speciale in materia di Registro delle imprese, che richiede la firma digitale del soggetto obbligato o legittimato alla presentazione delle domande e delle denunce presentate telematicamente, rispondendo primariamente all’esigenza di assicurare certezza sull’identità del soggetto tenuto all’adempimento.

Inoltre, tale scelta si è resa necessaria anche alla luce dell’art. 5 del D.Lgs. 183/2021, che nel recepimento della Direttiva Europea concernente l’uso di strumenti e processi digitali, ha di nuovo ribadito l’obbligo della firma digitale per le istanze di iscrizione e deposito di atti e dati nel Registro delle imprese.

Pertanto, a partire dalla data sopraindicata, il soggetto obbligato o legittimato alla presentazione della domanda o denuncia (titolare di impresa individuale, legale rappresentante, amministratore, liquidatore, sindaco, ...) dovrà presentare la modulistica ministeriale sottoscritta  esclusivamente con la propria firma digitale.

Naturalmente gli intermediari potranno continuare a svolgere le importanti attività di predisposizione e invio delle domande telematiche, che dovranno però riportare la firma digitale del soggetto obbligato o legittimato oltre che dell’intermediario.

Inoltre, continueranno ad essere accettate nelle casistiche previste dalla disposizione normativa e riportate nella guida scaricabile al seguente link https://www.ao.camcom.it/it/notizie/dismissione-modulo-procura-speciale-comunica-istanze-iscrizione-deposito-registro-impreserea, le pratiche che il commercialista può firmare digitalmente in qualità di “Professionista incaricato” ai sensi dell’articolo 31, comma 2 quater e 2 quinquies della Legge n. 340/2000 e che per maggior chiarezza si riporta di seguito:

  • 2-quater. Il deposito dei bilanci e degli altri documenti di cui all'articolo 2435 del codice civile può essere effettuato mediante trasmissione telematica o su supporto informatico degli stessi, da parte degli iscritti negli albi dei dottori commercialisti, dei ragionieri e periti commerciali, muniti della firma digitale e allo scopo incaricati dai legali rappresentanti della società.
  • 2-quinquies. Il professionista che ha provveduto alla trasmissione di cui al comma 2-quater attesta che i documenti trasmessi sono conformi agli originali depositati presso la società. La società' è tenuta al deposito degli originali presso il registro delle imprese su richiesta di quest'ultimo. Gli iscritti agli albi dei dottori commercialisti e dei ragionieri e periti commerciali, muniti di firma digitale, incaricati dai legali rappresentanti della società, possono richiedere l'iscrizione nel registro delle imprese di tutti gli altri atti societari per i quali la stessa sia richiesta e per la cui redazione la legge non richieda espressamente l'intervento di un notaio.

Si ricorda che il “Professionista incaricato” non può presentare:

  • pratiche relative a imprese individuali;
  • pratiche REA.

Si raccomanda, quindi, ai soggetti interessati di acquisire per tempo il dispositivo di firma digitale, mentre, per chi ne fosse già in possesso, sarà opportuno verificarne il corretto funzionamento e la scadenza.

Ricordiamo che la Chambre, oltre a garantire l’apertura di sportelli dedicati al rilascio dei dispositivi di firma digitale mediante prenotazione dal sito camerale https://www.ao.camcom.it/it/appuntamento/prenotazione-appuntamenti-rilascio-firma-digitale-camera-valdostana-aosta
mette a disposizione dell’utenza anche la possibilità di richiedere il rilascio del dispositivo di firma on line senza recarsi fisicamente allo sportello https://id.infocamere.it/remotizzazione/richiesta?pk_cciaa=68

* Eccezioni all’obbligo della firma digitale:
Al fine di non aggravare gli adempimenti a carico delle imprese nella fase finale del loro ciclo di vita, si specifica che nei suddetti casi sarà ancora consentito l’utilizzo della procura ComUnica:

  • istanza di cancellazione dal Registro delle imprese di impresa individuale;
  • denuncia di cancellazione dal Repertorio delle notizie economiche e amministrative, per cessazione di tutta l’attività, di soggetto collettivo iscritto solo nel REA.
Ultima modifica: Martedì 10 Gennaio 2023
Venerdì 23 Dicembre 2022

Esame Agenti d'affari in mediazione - Settore Immobiliare

La Camera Valdostana delle imprese e delle professioni organizza in data 1° FEBBRAIO 2023 l’esame scritto per gli aspiranti agenti d’affari in mediazione – settore immobiliare - in possesso dell’attestato di frequenza del corso preparatorio.

All’esame potranno accedere solo coloro che abbiano presentato apposita domanda entro e non oltre il giorno 13 GENNAIO 2023.

Le domande presentate oltre il termine non verranno prese in considerazione.

La domanda può essere:

  • spedita alla pec registro.imprese@ao.legalmail.camcom.it, da casella pec ed anche da una semplice casella di posta elettronica non certificata
  • presentata in cartaceo all’Ufficio Registro delle imprese della Chambre Valdôtaine - Area Anagrafica, Studi, Ambiente e Risorse umane – Regione Borgnalle, 12 – dalle ore 8.30 alle ore 14.00.

Costi:

  • € 77,00 quali diritti di segreteria
  • € 16,00 quale marca da bollo (assolta in modo virtuale)

Il pagamento, sia dei diritti sia della marca da bollo, può essere effettuato:

  • tramite sistema PagoPA mediante avviso di pagamento che l’ente invierà a seguito di ricezione della domanda di iscrizione nei termini suddetti; il pagamento dovrà essere effettuato con una delle modalità messe a disposizione dal sistema PagoPa entro 5 giorni dalla ricezione dell’avviso;
  • con bancomat o contanti allo sportello.

E’ possibile scaricare il modulo di iscrizione all’esame sul sito della Camera valdostana delle imprese e delle professioni al seguente link: https://www.ao.camcom.it/it/registro-imprese/attivita-regolamentate/agenti-affari-mediazione/esame-didoneita-agenti-daffari

I candidati ammessi verrà comunicato con un preavviso di almeno 10 giorni rispetto alla data di esame all’indirizzo email o alla casella PEC indicati sul modulo di iscrizione, oltre che mediante avviso pubblicato sul sito camerale.

L’esame verrà svolto con le modalità previste dal D.M. 21 febbraio 1990, n. 300.

Ultima modifica: Martedì 27 Dicembre 2022
Lunedì 12 Dicembre 2022

ECOMOB: scoprire e viaggiare nell’espace Mont-Blanc in modo green ed ecosostenibile

E’ attivo il servizio di mobilità transfrontaliera sostenibile, sviluppato nell’ambito del progetto Interreg ALCOTRA  « Parcours i-tinérants autour du Mont-Blanc ».

Il progetto Parcours i-tinérants autour du Mont-Blanc, finanziato dal Programma di Cooperazione transfrontaliera INTERREG ALCOTRA Italia-Francia 2014-2020 e ricompreso nel quadro dei cinque progetti del Piano Integrato Territoriale PARCOURS, ha condotto da un lato alla strutturazione di una nuova filiera transfrontaliera del turismo sostenibile in chiave innovativa che coniuga accoglienza e mobilità responsabile, e parallelamente allo sviluppo di una piattaforma tecnologica integrata EcoMoB, disponibile per Android e iOS, che permette di pianificare itinerari a basso impatto ambientale nei territori attorno al Monte Bianco, promuovendone i siti turistici e culturali con visite interattive ed esplorazioni virtuali.

Il progetto, concluso lo scorso ottobre, ha visto il coinvolgimento attivo dell’Unité des Communes valdôtaines Grand-Combin, nel ruolo di capofila, e di un partenariato transfrontaliero composto per la Valle d’Aosta dall’Unité des Communes valdôtaines Grand-Paradis, Unité des Communes valdôtaines Valdigne Mont-Blanc e Camera valdostana delle imprese e delle professioni; per la Francia, dalla Communauté de Communes Pays du Mont-Blanc e dalla Communauté de Communes de la Vallée de Chamonix Mont-Blanc; per la Svizzera dal Canton du Valais e dal CREM-Centre de recherches énergétiques et municipales.

Grazie all’attivazione di una procedura di gara denominata Partenariato per l’Innovazione, che mira a stimolare la ricerca di soluzioni innovative laddove il mercato non sia ancora in grado di rispondere con servizi e prodotti specifici, il progetto Parcours i-tinérants autour du Mont-Blanc ha costruito un partenariato pubblico-privato con il  Gruppo Engineering, leader in Italia nella digitalizzazione dei processi per aziende e PA, che ha collaborato - per lo sviluppo del servizio di mobilità transfrontaliera - con la società valdostana Alpine Green Experience che ha curato nello specifico lo sviluppo di una proposta commerciale su scala trinazionale, in grado di fornire la possibilità di abbinare al soggiorno in strutture ricettive l’utilizzo di auto o bici elettriche, a disposizione nei  centri di snodo ferroviari e aeroportuali di prossimità.

In questo contesto la soluzione tecnologica EcoMoB, disegnata e sviluppata da Engineering, oggi disponibile in tutti gli App store, permette di consultare informazioni turistiche filtrate in base a categorie d’interesse e geolocalizzazione relative alle infrastrutture e ai mezzi di trasporto green dei tre territori dell’Espace Mont-Blanc, mostrando percorsi e orari dettagliati.

EcoMoB, in particolare, permette all’utente di pianificare con semplicità il suo viaggio attraverso i territori che abbracciano il Monte Bianco in base alle proprie esigenze di tempo, al mezzo di trasporto preferito o alle proprie abitudini di viaggio (registrate ed elaborate attraverso algoritmi di Machine Learning). Inoltre, la app è in grado di suggerire itinerari multimodali con l’indicazione di quelli da preferire per contenere l’impatto ambientale sul territorio e rendere la propria visita più green e sostenibile.

Accanto al volet mobilità, EcoMoB promuove la conoscenza dell’Espace Mont-Blanc attraverso la proposta di un catalogo interattivo di siti turistici e culturali del territorio, documentati con contenuti multimediali (testo descrittivo, foto, itinerario…), visite interattive ed esplorazioni virtuali, cui si aggiunge uno spazio virtuale, ludico e partecipativo nel quale gli utenti possono condividere le proprie esperienze di viaggio attraverso racconti e descrizioni dei luoghi visitati, arricchendoli con foto e consigli, oltre che partecipare a competizioni virtuali tematiche.

Sono questi i risultati di un progetto, Parcours i-tinérants autour du Mont-Blanc, del quale gli enti locali coinvolti  si dicono particolarmente soddisfatti, poiché le soluzioni proposte si sono dimostrate concretamente innovative ed efficaci, uniche in un panorama, come quello dell’offerta turistica di montagna, che vuole sempre più coniugare la sostenibilità e l’innovazione con la tradizione e la valorizzazione del territorio.

 

Ultima modifica: Lunedì 12 Dicembre 2022
Venerdì 2 Dicembre 2022

Artigianato e imprese valdostane protagonisti ad "Artigiano in Fiera"

L’Assessorato dello Sviluppo economico, Formazione e Lavoro informa che da sabato 3 a domenica 11 dicembre 2022 a Fieramilano (Rho), tutti i giorni dalle 10 alle 22.30, riapre i battenti Artigiano in Fiera, vetrina strategica per aziende e prodotti di eccellenza che da oltre venticinque anni presenta il suo variegato villaggio globale di culture e territori.
Per questa edizione sono dodici le aziende valdostane che, grazie al sostegno dell’Assessorato dello Sviluppo economico e in collaborazione con la Chambre Valdôtaine des entreprises et des activités libérales, hanno aderito a questa manifestazione internazionale dedicata alle piccole realtà produttive per promuovere prodotti unici e di qualità della realtà valdostana.

Come per le edizioni passate hanno collaborato alla realizzazione dell’iniziativa gli Assessorati dell’Agricoltura e Risorse naturali e dei Beni culturali, Turismo, Sport e Commercio e l’IVAT, per presentare al pubblico un’immagine coordinata della Regione, tale da valorizzare oltre all’artigianato, l’offerta turistica e le produzioni agroalimentari tipiche della Valle d’Aosta.

In uno spazio di 228 metri quadrati allestiti con una grafica accattivante e impreziositi dalle sculture di Enrico Massetto, il pubblico troverà in esposizione e in vendita una selezione delle eccellenze tipiche del nostro territorio: Genepy e liquori alle erbe, Fontina DOP, prodotti caseari e salumi tipici, trota affumicata, succhi e aceti. Ai prodotti gastronomici si aggiungono l’artigianato del legno, i bijoux ispirati agli sport di montagna, prodotti naturali per la cura della persona, pantofole fatte a mano, accessori e decorazioni natalizie. L’offerta è arricchita con le promozioni degli impianti a fune per gli skipass invernali e delle terme di Saint Vincent.

Inoltre, nello spazio dedicato all’artigianato di tradizione, gestito dall’IVAT, saranno previste dalle 10.30 alle 21.00 le dimostrazioni dei seguenti artigiani: ALDO VILLEGAS (LE CUIR D'ANDRES), LES DENTELLES, COQUILLARD DARIO, JOEL FUSINAZ (LE TOURNAGE), PETER TROJER, BARAVEX MANUEL, FABIO CORNAZ (RAYSOR'G) , PODDA ALESSANDRO (LE BOIS QUI TOURNE), FERROL SERGIO.

“La partecipazione della nostra regione a questa fiera, ormai consolidata negli anni, per quest’edizione presenta alcune interessanti novità: una nuova localizzazione, la presenza attiva degli artigiani di tradizione, la promozione e la vendita del nuovo biglietto piccole stazioni sciistiche, dichiara l’Assessore Luigi Bertschy. Queste nuove proposte ci permettono di rendere il nostro stand particolarmente attrattivo e riconoscibile nei confronti del pubblico, presentando le peculiarità e la qualità dei prodotti delle nostre piccole aziende di un’economia complessa com’è quella della montagna”.

“Artigiano in Fiera è uno degli appuntamenti classici del periodo natalizio per le imprese valdostane – spiega Roberto Sapia, Presidente della Chambre Valdôtaine – Si tratta di un’occasione privilegiata di promozione delle eccellenze del nostro territorio nei confronti di un pubblico estremamente variegato ed attento alla qualità dei prodotti. E’ un momento che proprio per le caratteristiche della manifestazione, accanto alla vendita diretta, offre anche la possibilità alle aziende di raccontare le storie che stanno dietro a queste eccellenze. L’appuntamento è poi anche un importante momento di incontro e di confronto con altre realtà territoriali, ed è questo un elemento estremamente rilevante per la crescita di tutto il comparto imprenditoriale.

E’ possibile consultare l’elenco degli operatori partecipanti ad “Artigiano in Fiera” sul sito della Chambre Valdôtainehttps://www.ao.camcom.it/it/eventi/valle-daosta-ad-artigiano-fiera

Fonte: Assessorato dello Sviluppo economico, Formazione e Lavoro – Ufficio stampa Regione autonoma Valle d’Aosta

Ultima modifica: Lunedì 5 Dicembre 2022