Strumenti di misura (MID)

Strumenti di misura (MID)

Strumenti di misura disciplinati dal d.lgs. 2 febbraio 2007, n. 22, attuativo della direttiva 2004/22/CE (MID)

Il d.lgs. 2 febbraio 2007, n. 22, che recepisce la direttiva comunitaria 2004/22/CE (MID), aggiornato dal d.lgs. 19 maggio 2016, n.84 (attuazione della direttiva 2014/32/UE),  stabilisce i requisiti essenziali per le categorie degli strumenti seguenti, utilizzati per le funzioni di misura che comprendono motivi di interesse pubblico, sanità pubblica, sicurezza pubblica, ordine pubblico, protezione dell’ambiente, tutela dei consumatori, imposizione di tasse e di diritti:

  • contatori dell’acqua MI-001;
  • contatori del gas e dispositivi di conversione dei volumi MI-002;
  • contatori di energia elettrica attiva e trasformatori di misura MI-003;
  • contatori di energia termica MI-004;
  • sistemi di misura per la misurazione continua e dinamica di quantità di liquidi diversi dall’acqua MI-005;
  • strumenti per pesare a funzionamento automatico MI-006;
  • tassametri MI-007;
  • misure materializzate MI-008;
  • strumenti di misura della dimensione MI-009;
  • analizzatori dei gas di scarico MI-010.

 Gli strumenti conformi alla direttiva 2004/22/CE  devono recare:

  • la marcatura CE  alta almeno 5 mm; 
  • la marcatura metrologica supplementare – che è costituita dalla lettera maiuscola M e dalle ultime due cifre dell’anno di apposizione della marcatura, iscritti in un rettangolo di altezza uguale a quella della marcatura CE;
  • il numero di identificazione dell’organismo notificato.

La conformità degli strumenti ai requisiti essenziali  è accertata da organismi notificati.

Gli organismi notificati sono riconosciuti dalle strutture pubbliche - in Italia dal Ministero dello Sviluppo Economico, previo accertamento dell’idoneità, e possono svolgere la loro attività in tutto il territorio dell’Unione Europea.

La verificazione periodica

 

Fa parte dei controlli successivi alla messa in servizio degli strumenti omologati ai sensi della direttiva 2004/22/CE ed è disciplinata da decreti e direttive del Ministero dello Sviluppo Economico.

 

L'utente metrico interessato alla verifica periodica degli strumenti di tipo "MID" deve rivolgersi esclusivamente ad un laboratorio abilitato. L'elenco dei laboratori abilitati è disponibile sul sito http://www.metrologialegale.unioncamere.it/content.php?p=10.4

 

Normativa di riferimento

 

  • direttiva 2004/22/CE relativa agli strumenti di misura del 31 marzo 2004;
  • d.lgs. 2 febbraio 2007, n. 22 relativo agli strumenti di misura;
  • direttiva 2014/32/UE del 26/02/2014 concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato di strumenti di misura;
  • DIRETTIVA DELEGATA (UE) 2015/13 DELLA COMMISSIONE del 31 ottobre 2014 che modifica l'allegato III della direttiva 2014/32/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, per quanto riguarda il campo di portata dei contatori dell'acqua;
  • d.lgs. 19/05/2016 Attuazione della direttiva 2014/32/UE concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato di strumenti di misura, come modificata dalla direttiva (UE) 2015/13;
  • decreto 12 maggio 2010 del M.I.S.E. “Attuazione della direttiva 2009/137/CE della Commissione del 10 novembre 2009 che modifica la direttiva 2004/22/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa agli strumenti di misura”;
  • direttiva M.I.S.E. 12 maggio 2014 “Indirizzo e coordinamento tecnico in materia di operazioni di verificazione dei dispositivi di conversione del volume, di semplificazione e di armonizzazione tecnica alla normativa europea”;
  • decreto 24 marzo 2015, n.60 del M.I.S.E.  “Regolamento concernente i criteri per l’esecuzione dei controlli metrologici successivi sui contatori di energia elettrica attiva, ai sensi del d.lgs. 2 febbraio 2007, n. 22, attuativo della direttiva 2004/22/CE (MID) e modifiche al decreto 16 aprile 2012, n.75, concernente i criteri per l’esecuzione dei controlli successivi sui contatori del gas e sui dispositivi di conversione del volume”.

 

Strumenti per pesare a funzionamento automatico

  • decreto del Ministero dello Sviluppo economico 18 gennaio 2011, n. 31 “Regolamento concernente i criteri per l’esecuzione dei controlli metrologici successivi sugli strumenti per pesare a funzionamento automatico, ai sensi del d.lgs. 2 febbraio 2007, n. 22, attuativo della direttiva 2004/22/CE (MID).

 

Strumenti per misurare i liquidi diversi dall’acqua

  • decreto 18 gennaio 2011, n. 32 del M.I.S.E. “Regolamento concernente i criteri per l’esecuzione dei controlli metrologici successivi sui sistemi per la misurazione continua e dinamica di quantità di liquidi diversi dall’acqua, ai sensi del d.lgs. 2 febbraio 2007, n. 22, attuativo della direttiva 2004/22/CE (MID)”;
  • direttiva M.I.S.E. 4 agosto 2011 “Direttiva di indirizzo e coordinamento tecnico in materia di controlli successivi sui distributori di carburanti (eccetto i gas liquefatti) di all’allegato MI-005 del d.lgs. 2 febbraio 2007, n. 22";
  • direttiva M.I.S.E. 14 ottobre 2011 “Indirizzo e coordinamento tecnico in materia di operazioni di verificazione dei distributori di carburanti conformi alla direttiva 2004/22/CE, attuata con il d.lgs. 2 febbraio 2007, n. 22, associati ad apparecchiature ausiliarie ammesse alla verificazione metrica ai sensi della normativa nazionale";
  • direttiva M.I.S.E. 14 marzo 2013 “indirizzo e coordinamento tecnico in materia di operazioni di verificazione di distributori di carburante associati ad apparecchiature ausiliarie, di semplificazione e di armonizzazione tecnica alla normativa comunitaria”;
  • direttiva M.I.S.E. 12 maggio 2014 “Indirizzo e coordinamento tecnico in materia di operazioni di verificazione periodica dei dispositivi di conversione del volume, di semplificazione e di armonizzazione tecnica alla normativa europea”.

 

Contatori e Convertitori del volume di gas

  • decreto 16 aprile 2012, n. 75 “Regolamento concernente i criteri per l’esecuzione dei controlli metrologici successivi sui contatori del Gas e i dispositivi di conversione del volume, ai sensi del d.lgs. 2 febbraio 2007, n. 22, attuativo della direttiva 2004/22/CE (MID)”;
  • direttiva M.I.S.E. 12 maggio 2014 “Indirizzo e coordinamento tecnico in materia di operazioni di verificazione dei dispositivi di conversione del volume, di semplificazione e di armonizzazione tecnica alla normativa europea”.

 

Contatori dell’acqua e contatori di calore

  • decreto 30 ottobre 2013, n.155 del M.I.S.E. “Regolamento recante criteri per l’esecuzione dei controlli metrologici successivi sui contatori dell’acqua e sui contatori di calore, ai sensi del d.lgs. 2 febbraio 2007, n. 22, attuativo della direttiva 2004/22/CE (MID)”.

Contatori di energia elettrica

  • decreto 24 marzo 2015, n.60 del M.I.S.E.  “Regolamento concernente i criteri per l’esecuzione dei controlli metrologici successivi sui contatori di energia elettrica attiva, ai sensi del d.lgs. 2 febbraio 2007, n. 22, attuativo della direttiva 2004/22/CE (MID) e modifiche al decreto 16 aprile 2012, n.75, concernente i criteri per l’esecuzione dei controlli successivi sui contatori del gas e sui dispositivi di conversione del volume”.