Ravvedimento operoso

Secondo quanto disposto dall'art. 13 del d. lgs. 472/97 e dall'art. 6 del decreto n. 54 del 27.01.2005 il contribuente che non ha provveduto al pagamento del diritto annuale nei termini previsti dalla legge ha la possibilità di sanare spontaneamente la violazione beneficiando di riduzioni automatiche sulla misura minima della sanzione prevista per l'omissione.

Condizione per l'applicabilità del ravvedimento operoso è che l'omissione non sia già stata contestata.

La norma stabilisce che la sanzione sia ridotta:

  • ad un ottavo della sanzione prevista dall'articolo 4, comma 3 del decreto n. 54 del 27.01.2005, nei casi di mancato o incompleto pagamento, se questo viene eseguito nel termine di trenta giorni dalla data dell'omissione (RAVVEDIMENTO BREVE)
    ad un quinto della sanzione prevista dall'articolo 4, comma 3 del decreto n. 54 del 27.01.2005, se la regolarizzazione avviene entro un anno dall'omissione (RAVVEDIMENTO LUNGO)

Possono usufruire del ravvedimento operoso:

  • le imprese già iscritte, che non abbiano versato il diritto annuale alla scadenza prevista
  • le imprese nuove iscritte nel corso dell'anno, che non abbiano versato il diritto annuale al momento dell'iscrizione

Per effettuare il ravvedimento operoso, è necessario che il contribuente proceda al pagamento contestuale, tramite modello F24, compilato alla sezione IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI - codice ente AO e con indicazione dell'anno di riferimento, degli importi corrispondenti al tipo di ravvedimento adottato, utilizzando i sottoindicati codici: 
Tributo (cod. 3850)
Interessi (cod. 3851)
Sanzione (cod. 3852)

 

RAVVEDIMENTO BREVE

L'importo dovuto per il ravvedimento breve è pari a:

  • il tributo dovuto e non versato (codice 3850)
  • gli interessi legali maturati dal giorno in cui il versamento doveva essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito (codice 3851), secondo il seguente calcolo:

                    importo tributo x n. giorni x tasso legale annuo
                                                              36500

  • la sanzione del 3,75% del tributo (codice 3852)

 

RAVVEDIMENTO LUNGO

L'importo dovuto per il ravvedimento lungo è pari a:

  • il tributo dovuto e non versato (codice 3850)
  • gli interessi legali maturati dal giorno in cui il versamento doveva essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito (codice 3851), secondo il seguente calcolo:

    importo tributo x n. giorni x tasso legale annuo 
                                          36500
  • la sanzione del 6% del tributo (codice 3852)

 

STRUMENTO DI CALCOLO

Accedere al link sotto indicato. 



PER SAPERNE DI PIÚ

Termini di scadenza

Il ravvedimento operoso può essere effettuato entro 30 giorni ovvero entro 1 anno dal termine ultimo per il pagamento del diritto annuale.