Sotto la lente: giocattoli

Giocattoli sicuri

Assicuriamoci che i giocattoli siano sicuri: non mettiamo in pericolo la sicurezza dei nostri bambini

Il rischio di acquistare prodotti pericolosi è in agguato tutto l'anno, ma è soprattutto a Natale e alla Befana, quando si acquistano più giocattoli, che i pericoli aumentano.

Ricordiamo che i giocattoli contraffatti possono essere fonte di inalazioni, ustioni, ferite agli arti, agli occhi, provocare reazioni allergiche. In passato sono stati sequestrati giocattoli fabbricati con rifiuti speciali pericolosi.

I giocattoli, comprese le sostanze chimiche che contengono, non devono compromettere la sicurezza o la salute dell'utilizzatore. Devono essere sicuri conformemente alla loro destinazione in considerazione del comportamento abituale e dell'età dei bambini, con particolare attenzione per quanto riguarda i giocattoli destinati ai bambini di età inferiore a 36 mesi.

Dai giocattoli non devono derivare pericoli né danni per la salute. In teoria la sicurezza dei giocattoli ha la miglior regolamentazione possibile. L'Unione Europea ha emanato in merito la norma EN 71 e ha creato il marchio CE. Il produttore deve apporre il marchio CE e garantire di attenersi alle prescrizioni. Qualora il marchio CE non ci fosse, bisogna concludere che non si tratta di un produttore particolarmente attento alle tematiche della sicurezza.

E' una garanzia per il consumatore il contrassegno volontario aggiuntivo/marchio "Giocattoli Sicuri" dell'Istituto Italiano Sicurezza Giocattoli.

Acquistate i doni solo in negozi di fiducia, mai da venditori abusivi, non autorizzati. Acquistate solo giochi di ditte specializzate e note nella vendita di giocattoli per bambini.

Non acquistate regali che non hanno scritte ed indicazioni in lingua italiana. Devono esserci anche le istruzioni sulle modalità di utilizzo e l'eventuale montaggio. Leggetele con attenzione prima di far usare il giocattolo al vostro bimbo e conservatele.

Guida all'acquisto:

Sulla confezione devono i comparire in maniera visibile, leggibile, indelebile e soprattutto in lingua italiana:

  • la marcatura CE con cui il fabbricante attesta la conformità del giocattolo alle prescrizioni di legge; 
  • il nome e/o la ragione sociale e/o il marchio, nonché l'indirizzo del fabbricante o del responsabile dell'immissione sul mercato;
  • le avvertenze sulle fasce d'età consigliate e le precauzioni d'uso per la manutenzione e il montaggio;
  • la scritta "Attenzione. Da usare sotto la sorveglianza di adulti", per i giocattoli che riproducono apparecchi destinati agli adulti e per i giocattoli che contengono prodotti chimici;
  • le eventuali avvertenze specifiche legate al tipo di giocattolo.

Gli standard di sicurezza

Per tutelare i piccoli consumatori dai pericoli legati alla costruzione ed alla composizione del giocattolo, le norme individuano i requisiti tecnici e le modalità costruttive che devono essere rispettate per evitare rischi di carattere meccanico, fisico, chimico, elettrico e di infiammabilità.

Per esempio:

  • I giocattoli e le loro parti smontabili non devono presentare punti o spigoli appuntiti, bordi taglienti e devono avere dimensioni tali da evitare qualunque pericolo di soffocamento se portati alla bocca: quelli destinati ai bambini al di sotto dei tre anni non devono avere un diametro inferiore a 3.17 cm
  • Tutti i giocattoli meccanici devono essere costruiti in modo tale che gli ingranaggi non siano mai accessibili anche per il bambino più curioso
    I materiali non devono essere tossici o facilmente infiammabili
  • Le palline che si trovano all'interno di sonagli per bambini di 4/5 mesi non devono essere in alcun modo accessibili
    Le corde devono essere di lunghezza e spessore tali da non trasformarsi in nodi, gli ingranaggi meccanici non dovrebbero mai essere accessibili, le batterie non si devono poter togliere facilmente.
  • Le batterie a bottone e le minitorce non devono essere facilmente accessibili al bambino.
  • Il trasformatore di un giocattolo deve riportare il simbolo caratteristico (*), non deve essere parte integrante del giocattolo, non deve avere comandi e deve essere usato da un adulto.
  • Le vernici o materiali particolari che possono essere tossici non devono essere usati nella costruzione del giocattolo.
    Gli occhi, il naso, i bottoni dei pupazzi devono essere resistenti allo strappo.
  • Il materiale utilizzato per i pupazzi di peluche o altri giocattoli morbidi con imbottiture di tessuto non deve essere facilmente infiammabile.
  • Le tende da indiano o le casette per le bambole devono essere arieggiate e prive di chiusure automatiche.
  • I giocattoli da trascinare (telefono di plastica, ecc) devono essere provvisti di corde di lunghezza e spessore tali da non procurare nodi scorsoi.
  • I giocattoli fabbricati in plastica morbida, destinati ai bambini di età inferiore ai 36 mesi, non devono contenere più dello 0.05 % in peso di ftalati (additivi usati per ammorbidire la plastica), a seguito del Provvedimento del Ministero dell'industria del 30 settembre 1999.

Normativa di riferimento:

  • D.lgs. 11 aprile 2011, n. 54. Attuazione della direttiva 2009/48/CE sulla sicurezza dei giocattoli.
  • D.lgs. 25 gennaio 1992, n. 73 Attuazione della direttiva 87/357/CEE relativa ai prodotti che, avendo un aspetto diverso da quello che sono in realta', compromettono la salute o la sicurezza dei consumatori.

Guide e Pubblicazioni relative ai giocattoli