Campagna Europa di Sensibilizzazione delle PMI sulla CSR

La Commissione europea, Direzione Generale Imprese, ha lanciato nell’autunno 2004, congiuntamente a Eurochambres e UEAPME (Associazione Europea Artigianato e PMI), una campagna di sensibilizzazione per la diffusione della responsabilità sociale nelle piccole e medie imprese. Inizialmente, è stata messa in rete, sul sito della Commissione, una guida per le PMI, per illustrare, anche attraverso studi di casi, quali azioni possono essere messe in pratica nella prassi aziendale quotidiana, quali sono i passi più importanti e utili che un’impresa può compiere e come possono essere comunicati all’esterno. Nell’ambito della campagna di sensibilizzazione, durata 9 mesi, la Commissione Ue ha realizzato 65 eventi nei 25 Stati membri, nei 3 Paesi candidati e in Norvegia.

È’ in costante aumento il numero delle piccole e medie imprese - in particolare quelle saldamente collegate alla propria comunità locale - che hanno già introdotto politiche sociali e ambientali all'interno delle proprie strategie aziendali, anche se a volte non le identificano come vere e proprie prassi di RSI oppure non le pubblicizzano all'esterno.

La campagna di sensibilizzazione, che rientra nel più ampio programma adottato dai capi di Stato e di Governo europei nel 2000 a Lisbona, mira pertanto a mettere in luce alcune delle migliori e più recenti politiche e procedure nell’ambito della RSI e a dimostrare come le imprese possano trarre il maggior vantaggio possibile dalla loro applicazione.

Questionario

Per incoraggiare i piccoli imprenditori ad integrare la responsabilità sociale delle imprese nelle loro attività quotidiane, la Commissione ha elaborato un breve questionario. Si tratta di domande semplici a cui è possibile rispondere nel giro di pochi minuti e che hanno come oggetto temi quali la scala dei valori dell'azienda, le strategie dell'impresa in materia di mercato, luogo di lavoro, tutela ambientale e collettività locale. Politiche ambientali rilevanti - che includono minori sprechi energetici, lotta all'inquinamento, e riciclaggio - possono produrre risultati tangibili, riducendo i costi per le imprese e migliorandone le relazioni con la comunità locale. I benefici possono derivare anche dalla corretta applicazione di concetti meno tangibili, quali i codici di condotta o la fissazione di buone prassi commerciali alla base della politica aziendale globale.

ALLEGATI

  1. Imprenditori socialmente responsabili - QUESTIONARIO
    Questionario per le PMI finalizzato a rilevare le iniziative in tema di Responsabilità Sociale delle Imprese attuate ed i benefici che ne derivano.
  2. Imprenditorialità responsabile - Le buone prassi
    Una raccolta di esempi di buona pratica rilevati tra le piccole e medie imprese di tutta Europa
  3. Esempi di imprese che attuano azioni di Responsabilità Sociale
    Raccolta di casi riguardanti aziende europee socialmente responsabili
  4. Introduzione alla responsabilità sociale delle imprese (CSR) per le piccole e medie imprese
    Guida realizzata dalla Commissione Europea per le Piccole e Medie Imprese e la Responsabilità Sociale
  5. Guida ad una comunicazione efficace
    Contenuto: perché bisogna comunicare la propria responsabilita’ sociale d’impresa?