CONTATORI DELL'ACQUA E CONTATORI DI ENERGIA TERMICA (MID) DIRETTIVA 2004/22/CE ALL. MI-001; ALL.MI-004

 

Il Decreto 30.10.2013 n. 155, stabilisce che i contatori dell'acqua e di energia termica utilizzati per funzioni di misura legale (interesse pubblico, sanità pubblica, sicurezza pubblica, ordine pubblico, protezione dell'ambiente, tutela dei consumatori, imposizione di tasse e di diritti e lealtà delle transazioni commerciali), definiti dagli allegati MI-001 e MI-004 del D.Lgs. 02.02.2007 n. 22, devono essere sottoposti a verificazione periodica da parte di organismi che hanno presentato apposita SCIA ad Unioncamere.

Il titolare di contatori dell'acqua e di energia termica  (persona fisica o giuridica titolare della proprietà di detti contatori o che, ad altro titolo, ha la responsabilità dell'attività di misura) soggetti all'obbligo di verificazione periodica devono ai sensi dell'art. 12 del citato Decreto:

  • a) comunicare entro 30 giorni alla Camera di Commercio competente la data di inizio e di fine dell'utilizzo del contatore e gli altri elementi previsti, indicandone l'eventuale uso temporaneo, avvalendosi degli appositi modelli scaricabili in calce a questa pagina.
  • b) garantire il corretto funzionamento dei contatori conservandone la documentazione a corredo e il libretto metrologico;
  • c) mantenere l'integrità dell'etichetta apposta in sede di verificazione periodica e di ogni altro marchio, sigillo, anche di tipo elettronico, o elemento di protezione;
  • d) curare l'integrità dei sigilli provvisori di cui richiedono l'applicazione al riparatore.

 

CONTROLLI SUCCESSIVI

I controlli successivi a cui sono sottoposti i contatori dell'acqua e di energia termica  sono:

  • a) verificazione periodica;
  • b) controlli metrologici casuali.

 

Verificazione periodica

La periodicità della verificazione periodica è la seguente:

Contatori dell'acqua:

  • - meccanici: entro 10 anni
  • - statici e venturimetrici: entro 13 anni.

Contatori di energia termica:

  • Contatori di calore con portata Qp fino a 3mᶟ/h
  • con sensore di flusso meccanico entro 6 anni
  • con sensore di flusso statico entro 9 anni
  • Contatori di calore con portata Qp superiore a 3mᶟ/h
  • con sensore di flusso meccanico entro 5 anni
  • con sensore di flusso statico entro 8 anni

Le periodicità di cui sopra decorrono dall'anno in cui sono state apposte la marcatura CE e la marcatura metrologica supplementare.

 

Controlli metrologici casuali

I controlli metrologici casuali sui contatori dell'acqua e di energia termica sono effettuati dalle Camere di Commercio ad intervalli casuali e senza preavviso, fatte salve le competenze degli organi di polizia giudiziaria abilitati dalle vigenti disposizioni di legge in materia di pesi e misure.

Sono altresì eseguiti controlli in contradditorio nel caso in cui il titolare del contatore o altra parte interessata nella misurazione ne facciano richiesta alla Camera di Commercio competente di territorio. 

Elenco dei contatori di energia termica utilizzati per funzioni di misura legale e soggetti alla verificazione periodica:

http://eureka.infocamere.it/eurk/public/elencoPubblicoTitolariCalore.html?provincia=AO

 

Normativa di riferimento

  • - decreto 30.10.2013, n. 155 - "Regolamento recante criteri per l'esecuzione dei controlli metrologici successivi sui contatori dell'acqua e sui contatori di energia termica, ai sensi del D.Lgs. 02.02.2007, n. 22, attuativo della direttiva 2004/22/CE (MID)
  • - decreto legislativo 02.02.2007, n. 22, "Attuazione della direttiva 2004/22/CE relativa agli strumenti di misura"
  • decreto legislativo 19/05/2016, n.83 Attuazione della direttiva 2014/32/UE concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato di strumenti di misura, come modificata dalla direttiva (UE) 2015/13;