CHANGE - Chambers Promoting Intelligent Energy for SMEs

Change

 



Il contesto e l'idea progettuale
 
Il progetto CHANGE - Chambers Promoting Intelligent Energy for SMEs, cofinanziato dall'Unione Europea all'interno del framework Intelligent Energy Europe programme, permetterà ad ATTIVA e alla Chambre di consolidare il know-how acquisito sui temi legati all'efficienza energetica ed al risparmio energetico e di promuovere, laddove non fosse ancora avvenuto, la crescita di professionalità camerali su problematiche strategiche e delicate.

"CHANGE" strutturandosi intorno all'azione SAVE/efficienza energetica nell'industria, si pone l'obiettivo di formare personale camerale su questioni legate alla promozione dell'efficienza energetica ed alla promozione delle energie rinnovabili e di fornire i necessari strumenti per poter poi effettuare un intervento di pre-diagnosi energetica nelle imprese (senza entrare in concorrenza con gli operatori del settore).
Il capofila del progetto è Eurochambres, mentre i Sistemi camerali europei partecipanti provengono da: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Germania, Spagna, Francia, Ungheria, Italia, Malta, Polonia, Svezia.

I partecipanti italiani sono:
Unioncamere Nazionale, CCIAA di Aosta, Cagliari (Azienda Speciale Servizi Promozionali per le Imprese), Cremona, Pistoia, Grosseto (Azienda Speciale COAP), Lucca, Milano (Agrimercati), Oristano, Padova, Reggio Calabria (Azienda Speciale INFORMA), Unioncamere Veneto.

Il progetto è iniziato (l'inizio è stato concordato durante la fase di negoziazione) nel mese di settembre 2008 e avrà una durata di 24 mesi.
Il coordinamento del progetto è demandato a Dintec ed Unioncamere Nazionale.

Le attività previste
Il progetto è strutturato in 6 Pacchetti di lavoro (WP); il circuito camerale italiano è coinvolto solo in 5 WP e nello specifico:

WP1 - Gestione del progetto
L'attività consiste nella partecipazione agli incontri di partenariato nazionale e transnazionale, stesura reportistica, monitoraggio e coordinamento attività.

WP2 - Acquisizione di nuove competenze da parte delle Camere
Le camere devono acquisire nuove competenze nella promozione dell'efficienza energetica, nella promozione delle energie rinnovabili e devono creare un network di consulenti per "Intelligent Energy".
L'acquisizione delle suddette competenze avverrà attraverso la creazione (da parte delle Camere esperte in materia) di moduli formativi e attraverso lo scambio di buone pratiche.
Tutto il materiale prodotto in inglese verrà poi tradotto nelle lingue dei partners.
Saranno poi organizzati corsi residenziali (2 giorni) per le strutture camerali.
Il risultato finale, dopo una fase di valutazione, consisterà nella stesura di un manuale che, oltre a riassumere il progetto Change, costituirà una guida pratica arricchita da casi studio e buone pratiche del network.

WP3 - Attività per le PMI e sensibilizzazione
Ogni Camera dovrà organizzare eventi di sensibilizzazione per le PMI del territorio: si ipotizza l'organizzazione di almeno 4 eventi in grado di coinvolgere 50 imprese ogni volta; ovviamente il numero varierà in funzione delle caratteristiche del territorio in cui operano le varie Camere.
Dovranno essere preparati almeno 6 articoli da inserire nelle newsletter camerali.
Dovranno essere promossi e realizzati su territorio audit-energetici e interventi di pre-check energetica nelle imprese con personale camerale o in collaborazione con altri enti e/o professionisti. Queste visite sono finalizzate a segnalare alle imprese i loro punti di debolezza energetica e a suggerire possibili interventi per utilizzare fonti energetiche alternative, ridurre i consumi...
Il target è di circa 10 imprese per partner.
Un'elaborazione degli audit e delle pre-diagnosi energetiche verrà fatta a livello nazionale e condivisa con i partners europei.

WP4 - Indagine
Verrà realizzata un'indagine tra i partners finalizzata ad individuare sia i fattori di successo e le criticità nella diffusione dell'"Energia Intelligente" presso le imprese, sia il ruolo di facilitatori delle Camere di Commercio.
Sarà quindi preparato un questionario, tradotto nelle lingue dei partners, che verrà distribuito a tutte le imprese coinvolte (nei seminari e nei pre-check). Ogni Camera dovrà restituire almeno 40 questionari compilati; i dati, una volta rielaborati, verranno pubblicati in un report che costituirà un utile strumento sia per i policy makers sia per le Camere.

WP5 - Attività di comunicazione e disseminazione
Verrà preparato dai coordinatori (Europeo e nazionale) un piano di comunicazione che si concretizzerà localmente con gli strumenti solitamente utilizzati nei progetti: sito web dedicato e strumenti informativi di ogni Camera (newsletter, sito web camerale, mailing...); tutto il materiale prodotto verrà diffuso a 360°.

realizzato con il supporto di