Certificazione estera

Commercio estero

La Camera di Commercio si occupa del rilascio della documentazione necessaria per il commercio estero, in particolare:

Contatti
Certificazione estera
Reg. Borgnalle, 12  – 11100 AOSTA
Tel.  0165/573062
E-mail: regolazione@ao.camcom.it
Pec: regolazione@ao.legalmail.camcom.it

Referenti
Istruttore amministrativo: Patrizia Demartini
Segreteria: Maria Cristina Rossi

Orario di apertura al pubblico: da lunedì a venerdì dalle ore 8.30 alle ore 14.00

 

CERTIFICATO DI ORIGINE

Viene rilasciato dalle Camere di commercio ai sensi dell'art. 13 del d.P.R. 28 giugno 1955, n. 620 e costituisce il documento che attesta, unicamente per le merci destinate al mercato estero esportate in via definitiva, la nazione o le nazioni nelle quali dette merci sono state, a seconda dei casi, coltivate, estratte dal suolo, fabbricate o confezionate.

Detto certificato è rilasciato dalla Camera di commercio nella cui circoscrizione il richiedente ha il proprio domicilio (se persona fisica) ovvero la sede legale o unità operativa o filiale principale (se persona giuridica); può, comunque, essere rilasciato anche dalla Camera di commercio della Provincia in cui si trova la merce, a condizione che tale Camera sia stata delegata da quella competente.

I certificati di origine possono essere richiesti allo sportello o in via telematica.

Certificati di origine richiesti allo sportello
Per ottenere uno o più certificati di origine è necessario compilare la richiesta (vedi fac-simile allegato).
L'ufficio rilascia un fascicolo in originale composto da 5 fogli che costituiscono il Certificato di Origine.
L'utente deve:

  • compilare le cinque facciate (vedi guida per la compilazione allegata)
  • compilare il retro del foglio di richiesta di rilascio (colore rosa) e apporre il timbro e la firma del legale rappresentante o di un suo procuratore
  • consegnare l'intero fascicolo compilato, allegando la seguente documentazione:
    • esportazione di merci italiane di propria produzione: fattura di esportazione
    • esportazione di merci italiane o di origine comunitaria non di propria produzione: fattura di esportazione, fattura di acquisto o documento doganale di trasporto del fornitore della merce
    • esportazione di merci estere di origine extra CE: fattura di esportazione, certificato di origine estero in originale, bolla doganale.

I diritti di segreteria dovuti per un  certificato di origine sono di € 5,00 pagabili in contanti allo sportello o su c/c 64015530 intestato a Camera valdostana delle imprese e delle professioni - causale "certificato di origine". Eventuali o ulteriori copie del certificato saranno rilasciate al costo di € 5,00.

Certificati di origine richiesti per via telematica
Per richiedere un certificato di origine per via telematica è necessario, innanzitutto, recarsi all'ufficio Registro Imprese per stipulare un contratto "Telemaco" al fine di accedere al sistema. Successivamente l'utente dovrà rivolgersi all'Ufficio certificazione estera per ottenere tutte le informazioni necessarie sulla procedura informatica.
I diritti di segreteria dovuti per il certificato di origine sono di € 5,00 pagabili in via telematica.

 

VISTI E LEGALIZZAZIONI DI FIRMA

Alcuni Stati esteri, soprattutto i Paesi Arabi e dell'America Latina, richiedono particolari formalità per i documenti di importazione di merci dall'Italia.

Visto per deposito
Può essere richiesto per i seguenti documenti redatti su carta intestata del richiedente:

  • fatture di esportazione
  • listini prezzi 
  • dichiarazioni relative ad esportazioni

I diritti di segreteria dovuti per il visto sono di € 3,00.

Conformità di firma
La conformità di firma del legale rappresentante dell'impresa può essere richiesta per i seguenti documenti redatti su carta intestata del richiedente:

  • fatture
  • dichiarazioni varie

I diritti di segreteria dovuti per la conformità di firma sono di € 3,00.
N.B.: per ottenere il visto di conformità della firma è necessario che la firma del legale rappresentante sia depositata presso l'Ufficio certificazione estera. Per il deposito della firma utilizzare l'apposito modulo di richiesta allegato in calce.

Legalizzazione di firma
E' una procedura richiesta da numerosi Consolati e Ambasciate estere in Italia, specie dei Paesi Arabi. Consiste nell'autenticazione della firma del funzionario camerale apposta sul documento (in genere un certificato di origine o una fattura) utilizzato per l'estero.
La legalizzazione viene effettuata da funzionari camerali autorizzati. I diritti di segreteria dovuti per la legalizzazione della firma sono di € 3,00.

 

CARNET ATA

Unioncamere, attraverso le singole Camere di commercio, gestisce il Carnet Ata, documento doganale che viene rilasciato per l'esportazione e l'importazione temporanea di campioni commerciali, strumenti professionali, merci, destinate a esposizioni, fiere, congressi o manifestazioni similari.

Tale documento, che sostituisce gli ordinari documenti doganali, ha validità annuale (e pertanto entro 8 giorni dalla scadenza deve essere restituito all'Ufficio certificazione estera) e consente di esportare temporaneamente dall'Italia delle merci per portarle nei paesi aderenti alla convenzione Ata, evitando il pagamento di cauzioni e diritti doganali.

Le richieste di Carnet devono essere presentate alla Camera di commercio nella cui provincia di competenza il soggetto abbia la propria residenza o eserciti la sua professione, o dove l'impresa abbia sede.

Il documento è rilasciato previa presentazione di una domanda firmata dal legale rappresentante e pagamento di una polizza assicurativa.

I moduli per la richiesta devono essere ritirati presso lo sportello dell'Ufficio certificazione estera.

Per agevolare e accelerare il rilascio del Carnet, l'utente può compilare il file excel allegato.

I costi del servizio:

  • Carnet ATA Base (2 viaggi completi) € 61,00
  • Carnet ATA Superiore (4 viaggi completi) € 92,72.

Gli importi possono essere versati in contanti allo sportello o sul c/c 64015530 intestato a Camera valdostana delle imprese e delle professioni - causale "Carnet Ata".

Il costo della polizza assicurativa è di € 56,00 se la merce trasportata ha un valore uguale o inferiore a € 10.000,00. Per valori superiori a tale ammontare la polizza è calcolata moltiplicando l'importo per lo 0,5625% .

L'importo deve essere versato sul conto corrente intestato a:
Valter Edera & Nicola Triglia Snc - Agenzia generale INA ASSITALIA
Via Garin, 1 - 11100 AOSTA
IBAN: IT 92 D 0858701212000120182305

Causale: Rilascio Carnet Ata

N.B.: in ogni caso prima di versare l'importo dovuto per la polizza contattare l'Ufficio certificazione estera.

Normativa

  • Convenzione A.T.A. (Admission temporaire - Temporary admission) per l'importazione temporanea di merci, adottata a Bruxelles il 6.12.1961 ratificata in Italia con D.P.R. 2070 del 18.03.1963.
  • Convenzione  di Istanbul del 26.06.1990 ratificata in Italia con legge n.479 del 26.10.1995
  • Regolamento CEE n. 2454/93 del 2 luglio 1993 (artt.290, da 451 a 455, da 458 a 461, 697,699,701,712,716/bis,797,798).

 

CERTIFICATO DI LIBERA VENDITA

Il certificato di libera vendita è richiesto da alcuni Stati per accertare che la merce importata nel loro paese abbia libera circolazione nel paese d'origine. E' rilasciato dalla Camera di Commercio su presentazione di domanda, allegando alla stessa elenco completo dei clienti o copia delle fatture di vendita dei prodotti per i quali si chiede il certificato.

L'importo dei diritti di segreteria ammonta ad € 3,00  pagabile in contanti allo sportello o sul c/c 64015530 intestato a Camera valdostana delle imprese e delle professioni - causale "Certificato libera vendita".

 

NUMERO MECCANOGRAFICO

Il numero meccanografico è un codice identificativo composto da 8 caratteri alfanumerici, di cui i primi due indicano la provincia e gli altri un numero progressivo che serve ad identificare gli operatori.

Il numero meccanografico non è obbligatorio per effettuare operazioni con l'estero, anzi viene rilasciato solo agli operatori abituali con l'estero che svolgono già con continuità questo tipo di attività.
Ha prevalentemente funzioni di tipo statistico agevolando le rilevazioni sugli scambi con l'estero.

Le banche inseriscono tale identificativo nella Comunicazione Valutaria Statistica necessaria quando si effettuano trasferimenti valutari da e per l'estero.

Il codice meccanografico può essere richiesto solo presso la Camera di commercio competente per territorio ove l'impresa ha la propria sede legale.

Modulistica e costi
Per richiedere il numero meccanografico il legale rappresentante dell'impresa deve riempire il modulo Italiancom, sotto allegato, con i dati relativi all'attività svolta, al fatturato, al tipo di prodotto ed ai Paesi oggetto dei propri scambi commerciali.
L'importo dei diritti di segreteria è di € 31,00 pagabili in contanti allo sportello o sul c/c 64015530 intestato a Camera valdostana delle imprese e delle professioni - causale "Codice  meccanografico".
I diritti di segreteria per la convalida annuale ammonta ad € 3,00.