Cancellazioni dall'Albo artigiani

Ai fini della cancellazione dell'impresa dall'albo, l'interessato presenta alla Camera Valdostana delle Imprese e delle Professioni, per via telematica la comunicazione unica per la nascita dell'impresa di cui alla legge 2 aprile 2007, n. 40.

La cancellazione dall'albo comporta la contestuale cancellazione dagli elenchi previdenziali degli imprenditori artigiani.

Con l'istanza di cancellazione è possibile effettuare le seguenti comunicazioni:

Ditte individuali:

  • Cancellazione per cessazione dell'attività con contestuale cancellazione dal registro delle imprese dell'impresa
  • Cancellazione per cessazione dell'attività mantenendo l'impresa iscritta al registro delle imprese come inattiva (attenzione: in questo caso il diritto annuale è dovuto fino alla cancellazione definitiva dell'impresa dal registro delle imprese)
  • Cancellazione per perdita dei requisiti: l'attività continua ad essere esercitata, ma i requisiti artigiani non sussistono più (ad esempio passaggio alle dipendenze del titolare, prevalenza dell'attività commerciale, attività artigiana svolta in forma prevalente presso un'altra impresa)

Società:

  • Cancellazione per cessazione attività (la società continua a restare iscritta al Registro delle Imprese e si dovrà eventualmente procedere alla cancellazione dallo stesso con le modalità previste dal codice civile)
  • Cancellazione per perdita dei requisiti: l'attività continua ad essere esercitata, ma i requisiti artigiani non sussistono più (ad esempio la maggioranza dei soci non presta più attività presso la società, prevalenza dell'attività commerciale, attività artigiana svolta in forma prevalente presso un'altra impresa)

Attenzione:

Come già accennato nella sezione "requisiti di iscrizione", preso atto che un'impresa, sia essa individuale o organizzata in forma societaria, che detiene i requisiti artigiani è tenuta all'iscrizione all'albo, così un'eventuale cancellazione per perdita dei requisiti deve essere motivata.

Le richieste di cancellazione con decorrenza oltre i 6 mesi antecedenti alla presentazione dell'istanza devono essere motivate con pezze giustificative che dimostrino l'effettiva cessazione dell'attività o perdita dei requisiti.