Attività regolamentate

 

Attività di impiantistica, autoriparazioni, pulizie e facchinaggio

 

L'Ufficio registro imprese gestisce anche le pratiche relative alle attività sotto indicate sempre che le stesse siano svolte dalle imprese in forma non artigianale:

  • attività di installazione, ampliamento, trasformazione, manutenzione di impianti (D.M. 37/2008, l. n. 241/90, d.P.R. n. 558/99)
  • attività di autoriparazione (l. n. 112/92, d. lgs. n. 112/98, l. n. 241/90, d.P.R. n. 558/99)
  • attività di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione (l. n. 82/94, d.M. n. 274/97, d. lgs. n. 112/98, l. n. 241/90, d.P.R. n. 558/99)
  • attività di facchinaggio (legge 17 marzo 2001, n. 57)

L'esercizio delle prime due attività (impiantistica e autoriparazione) è subordinato, ai sensi di legge, al possesso di specifici requisiti tecnico-professionali da parte dell'imprenditore, o altra persona da lui preposta, che assume la carica di responsabile tecnico. Per l'esercizio dell'attività di pulizia e di facchinaggio è invece richiesto il possesso di requisiti di onorabilità e di capacità economico-finanziaria.

 

Per iniziare l'attività è necessario depositare presso il Registro imprese la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.).

L'attività può iniziare dalla data di presentazione della S.C.I.A.. L'ufficio competente dovrà accertare i requisiti dichiarati nel termine di 60 giorni dal ricevimento della segnalazione e, nel caso verifichi la mancanza dei presupposti per l'esercizio dell'attività, adotterà motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività, salvo che l'interessato provveda a conformarsi alla normativa vigente entro un termine fissato dall'amministrazione.

La S.C.I.A. deve:
       - essere presentata il giorno dell'inizio dell'attività economica (la data di inizio attività deve corrispondere a
         quella di presentazione della S.C.I.A.)
       - essere allegata ad un modello di Comunicazione Unica e di iscrizione/variazione al Registro
          imprese
       - contenere le autocertificazioni necessarie per documentare il possesso dei requisiti, professionali,
          morali e personali previsti dalla normativa.

Chiunque, nelle dichiarazioni o attestazioni o asseverazioni che corredano la S.C.I.A., dichiara o attesta falsamente l'esistenza di requisiti o di presupposti di legge, è punito con la reclusione da uno a tre anni.

Contatti
Registro delle imprese
Regione Borgnalle 12
11100 Aosta
fax 0165 573010
Tel 0165 573004-20
e-mail: registro.imprese@ao.camcom.it

Referenti
Conservatore del registro delle imprese
Claudia Nardon
Responsabili dell'istruttoria 
Rosita Guido
Elena Foudon