Agenti di affari in mediazione

Tutti coloro che intendono esercitare, anche occasionalmente, l'attività di intermediazione di immobili, merci, servizi vari, devono essere iscritti al Registro imprese o al REA in qualità di Agenti di affari in mediazione; le funzioni relative alla professione di mediatore non possono essere affidate se non a soggetti iscritti.
I soggetti che intendono svolgere l'attività di agente o rappresentante devono essere in possesso dei requisiti di cui alla Legge 39/89 e successive modificazioni.

Se l'attività è esercitata in forma di impresa, i soggetti sono tenuti all'iscrizione nel Registro imprese, altrimenti l'iscrizione avviene in una apposita sezione del REA. La Camera di commercio verifica il possesso dei requisiti e assegna la relativa qualifica. 

ISCRIZIONE NUOVE IMPRESE

Ai sensi dell'articolo 25, comma 3 del D. Lgs. 59/2010 le imprese che vogliono iniziare una delle attività suddette, a far data dal 12 maggio 2012, dovranno presentare all'Ufficio del Registro delle imprese della Camera di commercio della provincia in cui viene esercitata l'attività una segnalazione di inizio attività (SCIA) compilando l'apposita sezione del modello mediatori ed eventualmente, anche l'intercalare requisiti. Tali modelli devono essere allegati alle istanze relative agli adempimenti pubblicitari nel Registro delle imprese, ovvero nel REA, utilizzando la procedura Comunica.

            La Camera di commercio, ricevuta la segnalazione provvede:

  • ad assegnare immediatamente la rispettiva qualifica
  • ad avviare contestualmente la verifica circa il possesso dei requisiti da concludersi entro 60 giorni
  • ad iscrivere i relativi dati nel Registro delle imprese, nel caso l'attività denunciata venga svolta in forma di impresa, oppure nell'apposita sezione del REA, qualora l'attività non venga svolta in forma di impresa (es: dipendente)
  • nel caso la Camera accertasse la mancanza dei requisiti necessari per l'esercizio dell'attività dispone con provvedimento il divieto di prosecuzione dell'attività, salvo la regolarizzazione della stessa

Pratica:

  • I1 o S5 o UL
  • Modello mediatori/ARC - Sezione SCIA e requisiti
  • ntercalare requisiti se l'attività è esercitata da più di una persona.

PERSONE FISICHE ISCRITTE NEGLI EX RUOLI CHE NON ESERCITANO L'ATTIVITA'

Coloro che non esercitano l'attività in forma di impresa devono iscriversi nell'apposita sezione del REA presentando apposita istanza telematica.

Pratica:

  • I1
  • Modello mediatori/ARC - Sezione "Iscrizione apposita sezione (transitorio)" e requisiti
  • Diritto annuale: l'iscrizione delle persone fisiche nell'apposita sezione del REA comporta il pagamento del diritto annuale pari a euro 30,00
  • Più sedi e unità locali: l'impresa che esercita l'attività in più sedi o unità locali deve presentare una Scia per ciascuna di esse; per ognuna di esse, inoltre, deve nominare un preposto che sia in possesso dei requisiti di idoneità per l'esercizio dell'attività.

NOTA BENE:

  • - Verifica permanenza requisiti:

l'ufficio registro delle imprese verifica, almeno una volta ogni quattro anni per i mediatori e ogni cinque anni per gli agenti di commercio dalla presentazione della Scia la permanenza dei requisiti.

  • Cessazione dell'attività:

i soggetti che cessano di esercitare l'attività, sia titolari, legali rappresentanti, dipendenti o preposti, richiedono, entro 90 giorni a pena di decadenza, di essere iscritti nella apposita sezione del Rea

  • Modalità telematica:

ogni adempimento previsto dai decreti attuativi deve essere effettuato esclusivamente con modalità telematica. Non è più ammessa la presentazione cartacea delle istanze.

  • Moduli e formulari:

il deposito di moduli e formulari usati nell'esercizio dell'attività deve essere effettuato per via telematica sottoscrivendo l'apposita sezione del modello mediatori.

Al fine dell'esercizio della professione il mediatore deve stipulare idonea polizza assicurativa a copertura dei rischi professionali e a tutela dei clienti.

I mediatori che utilizzano moduli e formulari per l'esercizio della propria professione sono tenuti a depositarne copia presso la Chambre prima dell'utilizzo.

Modifiche e trasferimenti
Ogni variazione relativa alle persone fisiche o alle società iscritte, devono essere comunicate all'ufficio camerale competente. Le variazioni si distinguono in variazioni sostanziali o semplici.

Modifiche sostanziali:
consistono in variazioni dei legali rappresentanti o comunque variazioni che richiedono da parte dell'ufficio degli accertamenti per verificare la sussistenza dei requisiti richiesti per l'iscrizione.
Per tali comunicazioni è necessario presentare l'apposito modulistica.

Modifiche semplici:
tali variazioni non comportano accertamenti da parte dell'ufficio e possono interessare:
- trasferimento residenza;
- trasferimento della sede legale della società nella provincia;
- nuova ragione o denominazione sociale;
- variazione della forma giuridica;
- variazione della forma amministrativa fermo restando che i legali rappresentanti rimangano gli stessi;
- recesso di alcuni legali rappresentanti;
- nomina di nuovi consiglieri privi di legale rappresentanza.
Tali variazioni devono essere presentate con l'apposita modulistica.

Trasferimenti in altra provincia:
Se la variazione di residenza di una persona fisica iscritta o la sede legale di una società iscritta avviene in altra provincia, deve essere presentata domanda d'iscrizione per trasferimento alla Camera di Commercio in cui si ha la nuova residenza/sede.

Ricorsi
Avverso i provvedimenti di diniego di iscrizione o di cancellazione  e le sanzioni disciplinari disposte dalla Giunta camerale è ammesso ricorso al Ministero dello Sviluppo Economico.

Sanzioni
Da euro 7.500,00 ad euro 15.000,00 (art. 1, comma 47 - Legge 296/2006)  a chi esercita la professione senza essere iscritto al Registro imprese e al REA.
Euro 1.549,00 a chi non deposita i moduli o formulari utilizzati ed euro 516,00 a chi usa moduli o formulari diversi da quelli depositati.

Sanzioni disciplinari
Radiazione dal Registro imprese o dal REA se il mediatore iscritto turba gravemente il buon andamento del mercato oppure compie atti inerenti la professione durante il periodo di sospensione o viene sottoposto per tre volte alla sospensione.
Sospensione nei casi di turbativa di minore gravità o di irregolarità nello svolgimento della professione.

Incompatibilità
Attività svolta in qualità di dipendente presso Imprese, Enti, Aziende sia pubbliche sia private, ad eccezione dei dipendenti pubblici con part-time non superiore al 50% e dei dipendenti di imprese di mediazione.
Attività imprenditoriali e professionali escluse quelle di mediazione.

Esami
La Chambre organizza ogni anno una sessione di esami, al termine dei corsi di formazione professionale organizzati dall'Amministrazione regionale.
I corsi di formazione possono essere frequentati ovunque, indipendentemente dalla provincia nella quale si è tenuti a sostenere l'esame.
Per sostenere l'esame occorre presentare apposita istanza, versando un diritto di segreteria di euro 77,00, depositando l'attestato di frequenza al corso ed apponendo alla domanda una marca da bollo da euro 16,00.
L'esame di idoneità consiste in due prove scritte ed una orale; per accedere all'orale è necessario ottenere una media di 7/10, con una votazione di almeno 6/10 in ciascuna prova scritta. La prova orale si intende superata con una votazione di 6/10.

Normativa di riferimento
Legge 03.02.1989, n. 39, come modificata dall'art. 18 della l. 05.03.2001, n. 57
D.M. 21.12.1990, n. 452
D.M. 21.02.1990, N. 300
D.M. 07.10.1993, N. 589
D. Lgs. 26 marzo 2010, n. 59
Circolare n. 3635/C in data 6 maggio 2010 Ministero Sviluppo economico
Decreto attuativo art. 80 del D. Lgs. 59/2010